porte-blindate_05

Classe sicurezza porte blindate: quale scegliere per la tua casa?

Le porte blindate non sono tutte uguali, ma, al contrario, si differenziano tra loro per la classe di sicurezza che le contraddistingue.

Il livello di protezione di una porta blindata viene identificato secondo specifici parametri, tra i quali troviamo resistenza a tentativi di effrazione di differente natura ed eseguiti con dispositivi variabili, stabiliti all’interno della normativa UNI EN 1627.

Per stabilire il grado di sicurezza di una porta blindata vengono effettuati appositi test da parte di istituti specializzati, che vanno a valutare i seguenti fattori:

  • Resistenza al carico statico
  • Resistenza al carico dinamico
  • Resistenza all’attacco manuale.

A fronte di questi specifici esami è possibile individuare ben 6 classi di sicurezza per le porte blindate, così suddivisi:

  • Classe 1, ovvero le meno sicure, resistono a tentativi di effrazione con sola forza fisica.
  • Classe 2, resistenti a tentativi di effrazione con attrezzi semplici, quali cacciaviti e tenaglie.
  • Classe 3, per un livello medio di sicurezza, resistenti a tentativi di effrazione con piede di porco.
  • Classe 4, perfette per risultare resistenti contro tentativi di effrazione da parte di ladri esperti, che impiegano martelli, scalpelli, accette, seghe e trapani
  • Classe 5, porte molto robuste e resistenti anche a forzature operate con trapani, seghe e mole.
  • Classe 6, le più sicure in assolute, capaci di assicurare protezione anche in presenza di tentativi di effrazione con attrezzi elettrici di alta potenza.

Quale porta blindata scegliere per garantire la sicurezza nella tua casa?

È indispensabile valutare con attenzione non soltanto le classi di sicurezza di ogni porta blindata, ma anche le caratteristiche e il livello di protezione che sono in grado di assicurare.

Installare una porta blindata rappresenta una scelta consapevole, mirata ad assicurare ottimi livelli di protezione e sicurezza all’interno di ogni struttura, proteggendo coloro che vivono in un determinato ambiente.

Se le soluzioni di classe 1 e 2 sono consigliate per porte caposcala con rischio normale e medio-alto, o per proteggere magazzini contenenti merci di basso valore ed uffici, quelle di classe 5 e 6 sono particolarmente indicate per banche, gioiellerie, ambienti militari, ambasciate ed impianti nucleari.

Per garantire la sicurezza di un’abitazione civile, sono pertanto consigliate quelle di livello 2 e 3 se si parla di appartamenti condominiali e all’interno di piccole palazzine, mentre per unità unifamiliari e villette risultano invece più idonee quelle in classe 3 e 4.

error: Il contenuto di questo sito è protetto da copyright!